Nieuwsbrief
Pressa-Stagione 2011/2012
Rotterdam, agosto 2011

Le nuove energie

Artisti e designer da decenni si interessano alle visioni future in grado di assicurare una societÓ sostenibile.

Joris Laarman Lab Half Life Lamp (2010). Glass, cobalt chrome, genetically modified CHO cells.
Joris Laarman Lab Half Life Lamp (2010). Glass, cobalt chrome, genetically modified CHO cells.

Nieuwe energie in design en kunst (Le nuove energie nel design e nell'arte)
Dal 15 ottobre 2011 al 26 febbraio 2012

Artisti e designer da decenni si interessano alle visioni future in grado di assicurare una società sostenibile. Si tratta di idee di sempre maggiore attualità e ovviamente diventa imperativo trovare un nuovo equilibrio nell'ambiente in cui viviamo. Attraverso la mostra "Nieuwe energie in design en kunst" (Le nuove energie nel design e nell'arte) il museo Boijmans Van Beuningen proporrà diverse esperienze innovative, in particolare nel settore delle energie rinnovabili.

LINK: COMMUNICATO STAMPA E HIGH RES IMMAGINI
 
Artisti, designer e ideologi progressisti svolgono un ruolo trainante nella presa di coscienza in materia di utilizzo dell'energia. L'esposizione mostra oggetti e sculture sorprendenti, strani e a volte inusitati, di volta in volta poetici o disgustosi, spesso geniali, ma sempre e comunque attuali e innovativi.

Lucciole e macchine automotrici
Oltre alle macchine di Gerrit van Bakel (1943-1984), che si spostano in maniera autonoma grazie all'energia generata dalla differenza termica tra giorno e notte, si può ammirare anche la lampada Half Life Lamp (Lampada con mezza vita) di Joris Laarman (1979), bioluminescente perché parzialmente composta da materia organica vivente e che non richiedere alimentazione elettrica. Gli ovuli di criceto cinese sono stati geneticamente modificati con il gene che provoca l'emissione di luce nelle lucciole e questo consente alla lampada di illuminarsi in modo autonomo.

L'avvenire dell'umanità
L'energia sostenibile svolge un ruolo importante anche nelle creazioni del duo austriaco mischer'traxler. Nel progetto The idea of a tree (L’idea di un albero), una serie di oggetti viene prodotta a partire dall'energia emessa in un giorno di sole. La macchina avvia la produzione di un oggetto al levar del sole e la termina al tramonto. Ogni giorno viene realizzato un motivo di colore e formato diversi.
Il duo britannico Dunne & Raby, attraverso il modelling 3D, propone foto e video risolutivi per i problemi alimentari di un pianeta sovrappopolato: vengono create macchine che raggruppano alimenti artificiali ed estraggono nutrienti dai rami degli alberi e da piante e fiori non commestibili, ad esempio.

Un gioco in bilico tra arte e scienza
L'interazione tra arte e scienza spesso dà origine a soluzioni brillanti e innovative, come la lampada di Joris Laarman. La collaborazione tra scienziati e artisti può dare vita a nuove prospettive. Il museo Boijmans Van Beuningen espone una raccolta di esempi sorprendenti realizzati da artigiani e creatori, come ad esempio Atelier NL, il duo Auger-Loizeau, Paul Cocksedge, Philippe Rahm, Bertjan Pot, John Körmeling, Oskar de Kiefte, Eric Klaarenbeek, Mike Thompson, Panamarenko e Jeroen Verhoeven, che propongono soluzioni insolite e fantasiose ai problemi del mondo.

Dimostrazioni, video e visite guidate
Le creazioni e gli oggetti spesso richiedono una spiegazione o una dimostrazione approfondita. Nella mostra dei video mostrano ciò che si trova di fronte il designer o l'artista oppure il reale funzionamento di un oggetto. Questi video saranno presentati in serie a partire dal 15 ottobre su arttube.boijmans.nl.

Si ringraziano Eneco e BankGiro Loterij per il supporto dato alla realizzazione della mostra.

Back