Nieuwsbrief
Pressa-Stagione 2011/2012
Rotterdam, agosto 2011

Marijke van Warmerdam

Da Venezia a New York, da Sydney a Basilea, le opere di Marijke van Warmerdam sono ammirate in tutto il mondo.

Marijke van Warmerdam, Light, 2010, film loop, colour, 1:30 min. (film still)
Marijke van Warmerdam, Light, 2010, film loop, colour, 1:30 min. (film still)

Marijke van Warmerdam – Dichtbij in de verte (Una remota vicinanza)
20 anni di film e non solo

29 ottobre 2011 – 22 gennaio 2012

Da Venezia a New York, da Sydney a Basilea, le opere di Marijke van Warmerdam sono ammirate in tutto il mondo. Quest'autunno il museo Boijmans Van Beuningen organizza una grande mostra sinottica delle sue opere a cura del conservatore Jan Debbaut, ex direttore delle collezioni Tate. Sarà così possibile ammirare nuovamente alcune opere di Marijke van Warmerdam nei Paesi Bassi dopo oltre un decennio.

LINK : COMUNICATO STAMPA E HIGH RES IMMAGINI

Marijke van Warmerdam (1959) fa parte di una generazione di artisti internazionali che sperimentano la pellicola come mezzo espressivo e ne studiano tutte le possibilità. Dagli anni '80 l'artista lavora a un'opera ispirata a generi diversi: il cinema, la fotografia, l'arte statuaria, le installazioni e da qualche tempo anche la pittura. In collaborazione con Jan Debbaut, la Van Warmerdam seleziona una parte delle sue opere per il museo Boijmans Van Beuningen.

La poesia immutabile
Il momento colto nella sua estensione, ad esempio nelle immagini ripetute ciclicamente nel film, oppure nei movimenti circolari della telecamera, rappresenta l'elemento attorno a cui ruota l'opera di Marijke van Warmerdam. Ed è questa immobilità nel tempo e nello spazio che ritroviamo in particolare nei film su pellicola da 16 e 35 mm, come 'Handstand' (1992), 'Skytypers' (1997), 'Le retour de chapeau' (1998) e 'In the distance' (2010). L'artista sceglie spesso temi della vita di tutti i giorni, come guidare la bicicletta senza appoggiare le mani sul manubrio, una piuma che cade vorticosamente, le tracce di un aereo nel cielo azzurro oppure una ragazzina che fa la verticale su una mano sola. Nella maggior parte dei casi si tratta di film muti. Nelle sue opere non racconta delle storie, ma si affida alla forza visiva dei soggetti. I suoi lavori sono spesso descritti come 'definiti e al contempo acerbi/acuti' oppure 'del tutto immaginifici'.

Biografia

Marijke van Warmerdam abita e lavora tra Amsterdam e Karlsruhe. La sua opera è stata esposta in diverse mostre internazionali particolarmente famose, come le biennali di Venezia, Sydney, Berlino e Kwangju, e molte volte anche ad Art Unlimited, in occasione della manifestazione Art Basel. Sono state organizzate retrospettive al museo Van Abbe, al museo Migros a Zurigo, all'ICA di Boston, presso il MuHKA di Anversa e più di recente al Fruitmarket di Edimburgo e all'IKON di Birmingham. Le opere dell'artista sono presenti in diverse collezioni di tutto il mondo, in particolare al Centre Georges Pompidou di Parigi, allo Stedelijk Museum di Amsterdam e ora anche al museo Boijmans Van Beuningen.

Non solo pubblicazioni
In occasione della mostra sarà disponibile il catalogo internazionale riccamente illustrato pubblicato da Verlag der Buchhandlung Walther König a cura di diversi autori. Questa pubblicazione sarà in vendita a partire dal mese di ottobre presso i bookshop del museo. Nel quadro di questa esposizione il museo Boijmans Van Beuningen organizza dei laboratori per bambini, un pomeriggio straordinario a tema e una conferenza. A partire dal mese di ottobre sul sito arttube.boijmans.nl. sarà presente un video su Marijke van Warmerdam.

Ringraziamo in particolare Fonds BKVB per il contributo dato alla mostra 'Marijke van Warmerdam – Dichtbij in de verte'.

Back